Quarto Grado: anticipazioni casi di venerdì 23 maggio 2014

Nuova puntata di Quarto Grado in onda oggi – venerdì 23 maggio 2014 – in prima serata (ore 21.10) su Retequattro. La trasmissione di cronaca settimanale condotta da Gianluigi Nuzzi e Alessandra Viero, prodotta da Videonews a cura di Siria Magri, partirà dalla strage di Santhià. Dopo aver dato in diretta la settimana passata l’annuncio del ritrovamento di Lorenzo Manavella, il venticinquenne risultato colpevole del triplice omicidio familiare, Quarto Grado vedrà di approfondire il caso, cercando, se ci sono, le ragioni di un tale gesto oltre a quelle dichiarate dal giovane, che ha detto agli inquirenti di aver perso il controllo perché era sotto forte effetto di sostanze stupefacenti. Cosa gli passava per la testa nel momento del triplice omicidio? C’è stato solo impulso incontrollato o anche premeditazione?

Quarto Grado tornerà poi sulla scomparsa di Elena Ceste, di cui si sono perse le tracce ormai dal 24 gennaio scorso: chi si nasconde dietro la figura del cosiddetto consolatore? Gli inquirenti hanno ritenuto interessante una lettera anonima, in cui un uomo afferma che la verità sia da ricercare nei versetti del Vangelo. Quali versetti? Chi ha scritto la lettera? Elena è ancora viva? Nel corso della serata ci sarà anche spazio per tornare sul delitto di Avetrana, sulla scomparsa di Roberta Ragusa e sull’omicidio di Daniela Sabotig, la farmacista di Udine morta per un incidente stradale provocato da Ivan Zucchelli, accusato di omicidio volontario e presto processato con il rito abbreviato. Questo e altro questa sera a Quarto Grado, dalle 21.10 su Retequattro.

© Cinetvmania.it, riproduzione riservata. Dove presenti, i video resteranno online solo per un periodo di tempo limitato.