Che tempo che fa: streaming sabato 17 maggio 2014 – Video replica

Nuova puntata standard del sabato di Che tempo che fa oggi – 17 maggio 2014 – in diretta tv e streaming (link diretto a fondo articolo) su Rai Tre dalle 20.10 alle 21.30 circa, quando lascerà spazio ad Alberto Angela e il suo Ulisse – Il piacere della scoperta (qui tutti i programmi tv di oggi). Libri, cultura, attualità, carceri, musica e aiuti umanitari saranno al centro di questo nuovo appuntamento con lo storico talk condotto da Fabio Fazio, con cinque ospiti introdotti in studio a Milano come di consueto da Filippa Lagerback: Gino Strada, don Gino Rigoldi, Carla Signoris, Gian Arturo Ferrari e Frankie Hi-Nrg. Il fondatore e direttore esecutivo di Emergency, organizzazione umanitaria che quest’anno festeggia i suoi 20 anni di attività, Gino Strada, parlerà di come si sta evolvendo la situazione nei 16 Paesi in cui Emergency opera, tra i quali Iraq, Cambogia, Afghanistan, Kurdistan iracheno, Bosnia, Eritrea, Repubblica Centrafricana, Sierra Leone e Sudan, dove è stato aperto da poco un avanzatissimo centro di cardiochirurgia nei pressi di Khartoum.

Per quanto riguarda invece la rieducazione dei detenuti una volta scontata la pena in carcere, sarà della serata don Gino Rigoldi, dal 1972 cappellano dell’Istituto Penale per Minori Cesare Beccaria di Milano e fondatore dell’Associazione Comunità Nuova. Spazio anche a Carla Signoris (nella foto), attrice, comica, conduttrice televisiva, doppiatrice e scrittrice che parlerà del suo nuovo libro intitolato E Penelope si arrabbiò, il racconto di una coppia di coniugi messi di fronte al reciproco tradimento. Rimanendo nel campo dei libri, Gian Arturo Ferrari parlerà del suo ultimo lavoro, Libro, ovvero un “libro sul libro”: giunto alla fine oppure a una svolta? In conclusione, Frankie Hi-Nrg, live nello studio di Che tempo che fa, eseguirà il pezzo L’ovvio, singolo tratto da Essere Umani, il suo nuovo album di inediti. Segui Che tempo che fa in streaming dalle 20.10 –> Rai3 live streaming.

© Cinetvmania.it, riproduzione riservata. Dove presenti, i video resteranno online solo per un periodo di tempo limitato.