Furore – Il vento della speranza: stasera la prima puntata su Canale5

Prende il via questa sera, mercoledì 14 maggio, in prima serata su Canale 5, “Furore – Il vento della speranza”, la nuova serie prodotta dalla Ares di Alberto Tarallo, con Francesco Testi, Massimiliano Morra, Giuliana De Sio, Angela Molina, Stefano Dionisi e Aurora Giovinazzo. Sei prime serate per la regia di Alessio Inturri e sceneggiatura a firma di Teodosio Losito, Luigi Montefiori, Laura Sabatino ed Alessandro Scippa. La serie racconta le vicende della famiglia Licata che, a fine anni ’50, dalla Sicilia emigra in Liguria, in cerca di benessere economico, di amore e di riscatto..

In una Sicilia oppressa dalla carestia, Crocifissa Licata (Angela Molina) e i suoi figli vivono in un piccolo paese in condizioni di estrema povertà dalla quale non riescono a riprendersi.

Dopo la perdita del fratellino malato, che non hanno potuto curare per mancanza di soldi, il primogenito Vito (Francesco Testi) – che ha assunto il ruolo di capofamiglia – decide di emigrare al Nord con la madre e i suoi due fratelli, Saruzzo (Massimiliano Morra) e Rosa (Aurora Giovinazzo), per cercare fortuna e avere una vita più dignitosa.

La loro meta è una ricca cittadina della Liguria, dove Vito spera con l’aiuto dello zio Mario (Giuseppe De Rosa), fratello di Crocifissa, trasferitosi già da tempo, di trovare un lavoro per sé e per Saruzzo e un futuro migliore per la piccola Rosa. I sogni dei Licata, però, si infrangono di fronte a una dura realtà. I meridionali sono mal considerati dalla rigida società del luogo e vengono tollerati solo perché offrono mano d’opera a buon mercato.

In un clima di tensione sociale e di difficoltà economiche, la fiction racconterà anche le storie d’amore dei due protagonisti: quella di Vito con l’ex prostituta Concetta (Cosima Coppola) e quella di Saruzzo con la sindacalista Irma (Giuliana De Sio).

Scritto da Redazione Cinetvmania.

© Cinetvmania.it, riproduzione riservata. Dove presenti, i video resteranno online solo per un periodo di tempo limitato.