Rex: anticipazioni quarta puntata Rai2 17 marzo 2014

Nuovo appuntamento con Rex questa sera su Rai2, lunedì 17 marzo 2014 alle 21.10, arrivato alla quarta puntata stagionale su cinque totali (10 episodi). Rispetto alla precedente serie, Francesco Arca ha preso il posto di Ettore Bassi, e il commissario Davide Rivera è stato così sostituito da Marco Terzani, un poliziotto che arriva in centrale a Roma dopo essere stato all’estero per molto tempo e viene assegnato alla squadra di Rex. Oltre a Francesco Arca, nei panni del commissario Terzani, nel cast segnaliamo Domenico Fortunato, che interpreta l’ispettore Alberto Monterosso, Pilar Abella (ispetttrice Katia Martelli) e Augusto Zucchi (questore Filippo Gori).

Negli episodi di questa sera (7 e 8):

In Magicland, mentre Terzani, Rex e Monterosso sono al parco divertimenti, avviene un omicidio: la vittima è Marie Bligny, una ballerina che si esibisce in uno degli spettacoli. Le indagini si concentrano sulle rivalità professionali e le gelosie tra i numerosi ballerini, stuntman e su Massimo Forghieri, direttore del parco, che Terzani e Rex scoprono coinvolto nel fiorente commercio illegale di anfetamine. Ma la soluzione del caso di omicidio è molto più complessa e contorta di quanto può apparire…

In Notte in bianco, un poliziotto sotto copertura, Michele Rossi, infiltrato in una grande organizzazione criminale, viene assassinato in un’imboscata da due misteriosi killer professionisti. Terzani, caro amico della vittima, disobbedisce agli ordini di Gori e conduce la sua personale indagine. In incognito, Terzani e Rex si fanno ammettere come pazienti in una lussuosa clinica privata gestita da un rinomato specialista, il dottor Nevio Cangelosi. Poco prima della sua morte, Rossi aveva infatti ottenuto un appuntamento per incontrare un giornalista investigativo in questa clinica, rivelando che stava per ordinare una serie di arresti. Le indagini conducono Terzani e Rex a un criminale molto pericoloso, Zafrata, ricercato dalla polizia da molti anni…

© Cinetvmania.it, riproduzione riservata. Dove presenti, i video resteranno online solo per un periodo di tempo limitato.