Le Iene Show: replica puntata del 5 febbraio 2014 – Tutti i servizi – Video streaming

Il finto sceicco, affidi ingiusti, i furbetti del comune, la vita nel carcere di Opera e i riufiuti tossici a Crotone. Rivedi la puntata.

È andata in onda ieri, mercoledì 5 febbraio in prima serata su Italia 1, la terza puntata della nuova stagione de Le Iene, lo show degli uomini in completo nero, condotto da Ilary Blasi con Teo Mammuccari e la Gialappa’s Band. In diretta i dissacranti e ironici incursori in giacca e cravatta più famosi della tv lanciano servizi esclusivi, inchieste scomode e le mitiche interviste. Tra i servizi in onda: Nadia Toffa continua a occuparsi di rifiuti tossici industriali e di siti di bonifica di interesse nazionale, questa volta a Crotone. Pablo Trincia indaga sul caso di un prete condannato a un anno e mezzo per molestie sessuali su minori, che è stato spostato nella parrocchia di un piccolo paese dove insegna catechismo ai bambini di elementari e medie, e molto molto altro!!!…

Filippo Roma documenta, nel corso di 6 mesi, quello che succede in alcuni uffici del Comune di Roma, dove ci sono dei dipendenti che timbrano e, subito dopo, si allontanano dal posto di lavoro.

Tutta ha inizio la scorsa estate, quando la Iena si è recata davanti ad alcuni uffici del Comune di Roma, aperti al pubblico per normali servizi ai cittadini. Qui l’inviato testimonia come, alle 8.15, un’impiegata del Comune varchi l’ingresso degli uffici comunali e si diriga subito a timbrare il cartellino, per registrare la presenza e l’orario di inizio della propria giornata lavorativa. Immediatamente dopo, però, invece che dirigersi subito a lavorare nel suo ufficio, la dipendente si incammina verso l’uscita e se ne va via.

Dato che, dal momento in cui timbrano, i dipendenti comunali sono pagati con soldi pubblici, Filippo Roma vuole capirci di più. Ovviamente ci sono dipendenti che vanno in ufficio regolarmente, ma almeno altri sei timbrano e abbandonano subito dopo l’edificio.

Dove se ne andranno tutti questi dipendenti del Comune dopo aver timbrato? Si chiede La Iena.  Qualcuno se ne va al bar per poi farsi un giro alle bancarelle del mercato, altri vanno in edicola o dal tabaccaio, un altro si fa una passeggiata parlando al cellulare, altri fanno shopping. Alcuni passeggiano da soli, altri in comitiva, e c’è chi addirittura si compra un paio di scarpe al mercato. E il tutto viene ripreso dalle telecamere delle Iene. Le mattine successive si ripete la stessa situazione, ma nessuno sembra farci caso.

Le Iene sono tornate al Comune di Roma lunedì scorso, in pieno inverno, ma niente è cambiato. Per questo Filippo Roma decide di chiedere spiegazioni a tutti dipendenti che vengono sorpresi a timbrare e abbandonare il posto di lavoro subito dopo: c’è chi nega, chi ammette e chi si scusa.

La Iena, infine, decide di chiedere spiegazioni a Patrizia Bonanno, Direttrice del II Municipio del Comune di Roma, per capire se sia al corrente o meno di quello che accade. A seguire alcuni stralci dell’intervista:

Iena: Noi quest’estate, a Luglio, siamo andati a dare un’occhiata ad alcuni vostri uffici e abbiamo visto un sacco di gente che timbrava e poi se ne andava in giro a farsi gli affari propri. Abbiamo pensato che fosse perché era estate, con le belle giornate..Siamo tornati oggi, a Febbraio. Piove e succede la stessa cosa: tanta gente che timbra e si allontana dal posto di lavoro, andando in giro  farsi gli affari propri. Lei lo sapeva?
Patrizia Bonanno: Vi ringrazio, innanzitutto, della segnalazione che avete fatto e posso assicurarvi che adotteremo tutte le misure necessarie affinché tali comportamenti non abbiamo mai a verificarsi.

Iena: Lei, da responsabile di questa struttura, alla luce di questo fatto, pensa di aver fatto un buon lavoro o no?
Patrizia Bonanno: Penso di sì, nel senso che una volta che voi avete fatto la segnalazione, noi procederemo

Iena: Però prima non se ne era accorta?
Patrizia Bonanno: Noi procederemo. Tutte le misure sanzionatorie verranno adottate

Iena: Le misure sanzionatorie nei confronti dei furbetti, dei dirigenti che non controllano e pure della dottoressa Bonanno, perché ha controllato male pure lei.. possiamo dirlo?
Patrizia Bonanno: Verranno adottate tutte le misure previste dalla legge e verranno comminate le sanzioni

Iena: A tutti? Pure alla Dottoressa Bonanno?
Patrizia Bonanno: Ovviamente.

--

Dopo la Terra dei Fuochi, Nadia Toffa continua ad occuparsi di rifiuti tossici industriali e di siti di bonifica di interesse nazionale. La Iena si reca a Crotone, dove esiste una zona vastissima a bonifica dal 2001, come stabilito dalla Commissione Parlamentare d’Inchiesta sul Ciclo Illegale dei Rifiuti. Qui, in prossimità di terreni che sarebbero altamente inquinati e contaminati da materiale tossico, sono state costruite case, scuole e campi da calcio, si coltivano ortaggi e vengono fatti pascolare animali. Secondo uno studio dell’Istituto Superiore della Sanità, inoltre, in questi territori la percentuale di tumore è più alta della media italiana.

Pablo Trincia indaga sul caso di un prete condannato a un anno e mezzo per molestie sessuali su minori, che, poi, è stato spostato prima in un centro di preghiera e di ritrovo per ragazzi e, infine, nella parrocchia di un piccolo paese. Qui, il religioso insegna catechismo ai bambini di elementari e medie e lavora con i chierichetti.

Giulio Golia intervista il ventenne che avrebbe deciso di mettere in rete un video hard girato con la sua ex fidanzata. Nei giorni scorsi un quotidiano ischitano è andato a ruba nelle edicole. Tutte le copie, infatti, sembra siano state acquistate da una persona che non volesse venisse letto ciò che era stato pubblicato in prima pagina, la storia del ventenne che avrebbe girato il video per vendetta. Tuttavia, pare che la versione di come siano andate le cose realmente sia ben diversa.

Intervista doppia tra Nichi Vendola, presidente di Sel e della Regione Puglia, e il senatore Carlo Giovanardi. A seguire alcuni stralci dell’intervista:

Iene: Com’è la legge Fini-Giovanardi sulle droghe?

Giovanardi: è la più avanzata, credo, del mondo

Vendola: Credo che sia un concentrato di bestialità. Non tiene conto della realtà

Iene: La cosa peggiore della Fini-Giovanardi?

Giovanardi: Che è chiacchierata e diffamata ingiustamente

Vendola: L’impossibilità di distinguere tra i cannabinoidi e le droghe pesanti come l’eroina

Iene: La cosa migliore della Fini-Giovanardi?

Vendola: Se c’è, la dirà lui

Giovanardi: Che ha avuto un effetto straordinario perché l’Italia ha solo lo 0,1% di persone che hanno problemi cronici con la droga

Iene: Secondo te Fini è pentito di quella legge?

Vendola: Secondo me sì. E’ nella sua fase, diciamo, antelaicità

Giovanardi: Proprio dieci giorni fa ha detto che è assolutamente convinto che sia una buona legge

Iene: E Giovanardi è pentito?

Giovanardi: Assolutamente no

Vendola: Giovanardi e pentimento: rappresentano un ossimoro queste due parole

Iene: Essere gay è una malattia?

Giovanardi: No. Lo considero un orientamento come ce ne sono tanti. Anche se fino a trent’anni fa lo sapete che a livello mondiale veniva considerato una patologia, una malattia.

Vendola: No, la malattia è in chi pensa che sia una malattia essere gay

Iene: Ci sono molti gay non dichiarati in Parlamento?

Vendola: Temo di sì

Giovanardi: Il mio idolo è Lucio Dalla. Ha fatto i funerali in Chiesa, si faceva gli affari suoi

Infine, sono finiti nel mirino de Il Twerkatore: Barbara d’Urso, Pierfrancesco Favino, Daniele Interrante, Luca Carboni, Red Ronnie, Angelo Pintus, Luisa Corna e Lo Zoo di 105.

Per chi avesse perso la puntata, può rivederla (cliccando sull’immagine a fondo articolo) in replica sul sito web di Mediaset.

--

Le Iene Show - Golia

Le Iene Show - Filippo Roma

Le Iene Show - Il twerkatore

Le Iene Show - Lucci

Le Iene - Vendola e Giovanardi

--

Vi ricordiamo che i video resteranno online solo per un periodo di tempo limitato.

Le Iene Show puntata 5/02/2014 – Video

Le Iene Show: replica puntata del 5 febbraio 2014

Le Iene Show: replica puntata del 5 febbraio 2014 – Video

Scritto da Rob.