Le Iene seconda puntata 12 Ottobre 2011 – Video

È andata in onda ieri, 12 ottobre, la seconda puntata della nuova edizione de “Le Iene Show” con al timone il trio composto da Luca Argentero, Enrico Brignano e Ilary Blasi. Tanti i servizi esclusivi: la iena Matteo Viviani e l’acqua depurata ma con alta carica batterica servita nei ristoranti, Mauro Casciari indaga sul caso di Giuseppe Uva, Paolo Calabresi e il Governatore del Lazio Renata Polverini che dichiara: “Ho preso l’elicottero perché avevo tanti impegni e l’ho pagato con i miei soldi”.

Si inizia con Matteo Viviani che a Milano decide di controllare quale sia la carica batterica dell’acqua servita ai tavoli di 10 ristoranti confrontandola, per mezzo di esami di laboratorio, con quella prelevata dai rubinetti dei loro bagni. Sempre più ristoranti, infatti, servono ai clienti acqua, naturale o frizzante, trattata per mezzo di sistemi di filtraggio (che devono essere, a tempo debito, regolarmente sostituiti), al posto di quella “classica” distribuita in bottiglie sigillate di plastica o vetro. Il risultato del test è che in ben nove casi su dieci, quella servita ai clienti è dalle 17 alle 20 volte più “sporca”, ha cioè una carica batterica superiore rispetto a quella del rubinetto, indice che i filtri non vengono cambiati con regolarità.

Mauro Casciari indaga sulla storia di Giuseppe Uva, un quarantenne morto in circostanze poco chiare il 14 giugno del 2008 a Varese. L’uomo, quella notte, viene portato con un amico in centrale per accertamenti da una pattuglia di carabinieri. È proprio l’amico a raccontare di aver contattato il 118 mentre si trovava in sala d’attesa, sentendo dei lamenti di Uva provenire da un’altra stanza; richiesta fatta poi rientrare durante una chiamata di conferma del 118 alla caserma.

Solo poche ore dopo, una guardia medica chiederà l’intervento di un’ambulanza per un tso (trattamento sanitario obbligatorio); è sempre stato sostenuto, infatti, che Giuseppe Uva si sia reso protagonista di atti di autolesionismo. Ricoverato nell’ospedale psichiatrico di Varese, l’uomo verrà dichiarato morto poco tempo dopo. Secondo quanto accertato dalle indagini, gli sono stati somministrati medicinali incompatibili con l’assunzione di alcol.

Le Iene individuano una sala da gioco clandestina di video poker a Catania. Le Forze dell’Ordine, avvisate dagli inviati di Italia 1, dopo pochi minuti intervengono e fanno chiudere l’attività illegale. Elena Di Cioccio è tornata dopo due mesi sul posto e ha verificato come la bisca sia stata riaperta.

E’ in rete un video di Renata Polverini, presidentessa della Regione Lazio, che a Genzano, durante un comizio, risponde ad alcuni contestatori in modo “colorito”. Paolo Calabresi incontra la governatrice la quale ammette di essersi scaldata durante la contestazione facendo ammenda per i toni utilizzati nell’occasione: “Le parolacce non si dicono” risponde alla Iena.

Interrogata, inoltre, sulle polemiche legate all’utilizzo di un elicottero per recarsi ad una fiera del peperoncino, la Polverini risponde: “L’elicottero l’ho preso perché avevo tanti impegni e l’ho pagato con i miei soldi. Ma visto che non è stata una cosa gradita andrò con la macchina e poi dove arrivo arrivo”.

Un anno fa grande clamore aveva suscitato un servizio di Giulio Golia riguardo all’utilizzo dell’Escozul, un medicinale cubano derivato dal veleno di un particolare tipo di scorpione, la cui efficacia come antitumorale non è ancora stata confermata. La Iena torna sull’argomento, intervistando due delle persone che, malate di cancro, nel servizio precedente avevano raccontato la propria storia.

I VIDEO dopo il salto.

VIVIANI: Acqua depurata VIDEO

VIVIANI: Acqua depurata VIDEO

CALABRESI: Renata, e che ca... - VIDEO

CALABRESI: Renata, e che ca... - VIDEO

RAFANELLI: Matrimonio gay - VIDEO

RAFANELLI: Matrimonio gay - VIDEO

CASCIARI: Giuseppe Uva - VIDEO

CASCIARI: Giuseppe Uva - VIDEO

DI CIOCCIO: Videopoker illegali - VIDEO

DI CIOCCIO: Videopoker illegali - VIDEO

Clicca qui per pagina 2

© Cinetvmania.it, riproduzione riservata. Dove presenti, i video resteranno online solo per un periodo di tempo limitato.